Reddito di cittadinanza

Data di pubblicazione:
24 Agosto 2020
Reddito di cittadinanza

Descrizione

Dal 6 marzo 2019 è possibile richiedere il Reddito di cittadinanza, una misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà. Si tratta di un sostegno economico ad integrazione dei redditi familiari.

Come stabilito dal DL 4/2019, i cittadini possono richiederlo impegnandosi a seguire un percorso personalizzato di inserimento lavorativo e di inclusione sociale.

Dove presentare la domanda

La domanda può essere presentata: 

  • online su  QUESTO SITO
  • presso tutti gli  UFFICI POSTALI
  • presso i  CAF

Per presentare la richiesta è necessario avere l'ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) aggiornato. L'ISEE va richiesta presso i CAF oppure online sul sito dell' INPS .

Se si desidera fare la richiesta online è indispensabile aver attivato SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). 

Dopo aver presentato la domanda, l'INPS verificherà i requisiti. In seguito, viene comunicato quando e in quale ufficio postale è possibile ritirare la Carta del Reddito di cittadinanza.

In funzione dei requisiti si è convocati dai Centri per l'impiego per sottoscrivere un Patto per il Lavoro o dai Comuni per sottoscrivere un Patto per l'Inclusione sociale.

Requisiti

Il Reddito di cittadinanza viene erogato  ai nuclei familiari  in possesso cumulativamente, al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell'erogazione del beneficio, dei seguenti requisiti.

Requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno

Il richiedente deve essere cittadino maggiorenne italiano  o dell'Unione Europea, oppure, suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno  o del diritto di soggiorno permanente o cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo. È, inoltre, necessario essere residente in Italia  per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due in modo continuativo .

Requisiti economici

Il nucleo familiare deve essere in possesso di:

  • un valore ISEE  inferiore a 9.360 euro;
  • un valore del patrimonio immobiliare , diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 30.000 euro;
  • un valore del patrimonio mobiliare  non superiore a 6.000 euro per il single, incrementato in base al numero dei componenti della famiglia (fino a 10.000 euro), alla presenza di più figli (1.000 euro in più per ogni figlio oltre il secondo) o di componenti con disabilità (5.000 euro in più per ogni componente con disabilità).
  • un valore del reddito familiare  inferiore a 6.000 euro annui, moltiplicato per il corrispondente parametro della scala di equivalenza (pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente maggiorenne e di 0,2 per ogni ulteriore componente minorenne, fino ad un massimo di 2,1). Tale soglia è aumentata a 7.560 euro ai fini dell'accesso alla Pensione di cittadinanza. Se il nucleo familiare risiede in un'abitazione in affitto, la soglia è elevata a 9.360 euro.

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 16 Marzo 2022